Il Manager è colui che conduce un’azienda “organismo economico composto di persone e di beni rivolti al raggiungimento di uno scopo determinato”.

L’Autista invece è colui che conduce un autobus “autoveicolo destinato al trasporto collettivo di persone su percorsi urbani e suburbani”.

Ambedue conducono delle persone verso degli scopi.

La differenza sostanziale tra un Autista e un Manager è in ciò che essi guidano, ovvero il primo, guida un’automezzo, mentre il secondo guida le persone: ovvio.
E se domattina ad un persona che ha il ruolo di Product Manager in azienda cambio il titolo sul biglietto da visita e gli scrivo “Autista dei prodotti”, che accade ?
In effetti per esperienza diffusa vediamo dei Manager guidare le aziende come se fossero delle macchine, ovvero senza tener conto delle attitudini e del potenziale delle persone, seguendo percorsi su rotaie, con fermate programmate e ripetute nel tempo, e rituali preconfezionati rappresentati dalle procedure e dalla burocrazia.
Rituali che però a volte richiedono un cambio di percorso, una sosta improvvisa, una facoltà che un’Autista di Autobus ha, ma sono facoltà assenti il più delle volte per il Manager in quanto l’azienda si è trasformata in un mezzo meccanico che segue procedure, di cui si è perso il motivo della loro nascita, e che con il mantra del controllo, rallentano ogni evoluzione aziendale e delle persone.

Inoltre anche il migliore degli Autisti, inseriamo anche i piloti di F1, deve dare un suo contributo nel raggiungere la meta, può cambiare il tragitto, ha alcune libertà, difficile in F1, ma in ogni caso è concentrato su se stesso, sul mezzo e l’obbiettivo.

Attitudini e potenzialità dei viaggiatori, sono fuori dalla sua attenzione, lui deve arrivare alla meta e arrivare o portare i suoi passeggeri a destinazione.

Inseriamo anche un’altra analogia utile forse a differenziare i due ruoli, ovvero il Controllore.
A bordo degli Autobus è stato tolto da anni, anche se a volte si trovano alle fermate, ed è stato sostituito da una obliteratrice che lascia al viaggiatore la libertà di pagare, timbrare, oppure scroccare il viaggio e a volte essere multati.
Anche nelle aziende è avvenuta la stessa sostituzione, ovvero il Controllore dei giorni attuali è la Procedura, da cui però non si ha scampo.
E quindi ? Una differenza oggettiva però c’è.
La differenza oggettiva e che il Manager deve avere la capacità di stabilizzare e dinamizzare l’organizzazione che guida.
Dove per stabilizzare indichiamo la capacità di mantenere in funzione l’esistente, le attività operative, ma in parallelo deve avere la capacità di dinamizzare l’azienda ovvero ricercare e individuare configurazioni possibili che lo aiutino ad attuare cambiamenti nel presente e nel futuro.

Una doppia velocità e un’autonomia che l’Autista, specie quando inserito in società di trasporti, non ha.
Però anche in questo caso, dinamizzare e stabilizzare, è una questione di equilibrio, come il “campare praticamente” mantenendo la testa tra le nuvole
Perciò fermiamoci e decidiamo.
L’autista è un ruolo importante, sono persone che ogni giorno ci guidano verso i posti di lavoro e di svago con sicurezza e con la consapevolezza di guidare un mezzo.
Anche il Manager è un ruolo importante, ma se si fà sopraffare da procedure e burocrazia, si tralasciano le potenzialità e le attitudini delle persone, e si evita la fatica di cercare un equilibrio tra il cielo e la terra, allora forse è meglio scendere e fare l’Autista di mezzi, come tanto tempo fa decise un mio caro amico.

Come altresì incontro dei Manager che fanno una quotidiana fatica nel mantenere attiva una doppia velocità che gli permette di mantenere la testa tra le nuvole con i piedi saldi per terra, ma lo fanno.

E’ una questione di scelte, il mondo non si cambia, lo si attraversa.

La consapevolezza anche per un manager è un percorso di ricerca, perchè il manager prima di tutto è una Persona.
Rimane l’alternativa di fare i signor Sì, ma di chi ? Della burocrazia ? Farsi governare da dei morti, ovvero le macchine ? Ma questa è un’altra storia.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.